top of page

Rifiuto di atti d’ufficio. Omissione

Rifiuto di atti di ufficio. Omissione (art. 328 c.p.)


Il rifiuto di atti qualificati (art. 328, 1° comma)

È punito il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio che indebitamente rifiuta un atto del suo ufficio che, per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica, o di ordine pubblico o di igiene e sanità, deve essere compiuto senza ritardo.


Formalmente, rifiuto è il diniego di compiere un atto dovuto ed espressamente richiesto.

Oltre che manifestato, in modo espresso, tacito, il rifiuto deve anche essere indebito.

È indebito il rifiuto che non trova giustificazione nella legge o in una disposizione della pubblica autorità.


Il rifiuto di atti d’ufficio è un reato di pericolo.


Dolo generico


Omissione di atti non qualificati o qualificati ma che possono essere ritardati (art. 328, 2° comma)

Commette tale delitto il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio che, fuori dai casi previsti dal primo comma, entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse non compie l’atto del suo ufficio e non risponde per esporre le ragioni del ritardo.

Questa figura riguarda gli atti non qualificati e gli atti qualificati che possono essere ritardati.

La condotta punita è, in questo caso, l’omissione, e cioè il mancato compimento dell’atto dovuto.

Viene considerato reato il non compiere l’atto e non rispondere per esporre le ragioni del ritardo.


Per sottrarsi alla responsabilità penale occorre esporre le ragioni del ritardo.


Elemento soggettivo di entrambe le figure

Dolo generico, cioè la coscienza e volontà di omettere, ritardare o rifiutare l’atto che il pubblico ufficiale sapeva di dover compiere.

Nessuna rilevanza hanno i motivi che hanno spinto l’agente.


Pene ed istituti processuali

La pena è nella prima ipotesi la reclusione da 6 mesi a 2 anni;

nella seconda ipotesi della reclusione fino ad 1 anno o della multa fino a 1.032 euro.

La condanna importa interdizione temporanea dai pubblici uffici.



Rifiuto di atti d’ufficio. Omissione
Rifiuto di atti d’ufficio. Omissione

Comments


bottom of page