top of page

Polizia Giudiziaria

LA POLIZIA GIUDIZIARIA (Artt. 55 e ss. c.p.p. )


La polizia giudiziaria ha il compito di:

  • prendere notizia dei reati (anche di propria iniziativa) e impedire che vengano portati a conseguenze ulteriori

  • ricercarne gli autori

  • compiere gli atti necessari per assicurare le fonti di prova

  • raccogliere quanto altro possa servire per l’applicazione della legge penale

  • svolgere ogni indagine (55 co. 2 c.p.p.) e attività disposta o delegata dall’autorità giudiziaria.


Organi di Polizia Giudiziaria

Generici di P.G.

  • tenuti per legge ad espletare le indagini (ad es. ispettori del lavoro, vigili urbani, guardie delle province)


Servizi di P.G.

  • adibiti in via esclusiva e con carattere di continuità, a compiti investigativi, ma nell’ambito delle istituzioni di provenienza (ad es. squadre mobili presso le questure, nuclei operativi dei Carabinieri, nuclei P.T. della Guardia di Finanza)


Sezioni di P.G.

  • sono adibite in via esclusiva e con carattere di continuità ad attività di P.G.

  • sono istituite presso le Procure della Repubblica in sede di Tribunale


Differenza tra servizi e sezioni

  • diversa ubicazione

  • profilo della subordinazione 


Le sezioni di P.G. dipendono dai rispettivi procuratori della Repubblica, presso il Tribunale.

Tutti i componenti delle sezioni non possono essere distolti dall'attività di P.G.

Per i servizi di P.G. non sussiste né la diretta dipendenza, né una funzione di autorizzazione del magistrato in ordine alla destinazione ad altre attività.



UFFICIALI E AGENTI DI P.G.

L’art. 57 c.p.p. attribuisce la qualifica di ufficiale di P.G., anche ai sottufficiali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

La diversa qualifica di ufficiale o agente di P.G. ha rilevanza:

  • è affidata agli ufficiali una funzione di controllo di legalità su alcuni atti compiuti dagli agenti di P.G.

  • per alcuni atti, sono legittimati solo gli ufficiali, di propria iniziativa (sequestro preventivo di cose pertinenti al reato, assunzione di sommarie informazioni dell’indagato o di persona imputata in procedimento connesso o collegato, perquisizioni personali e locali, sequestro del corpo del reato)

  • per altri atti, sono legittimati i soli ufficiali di P.G., in ipotesi di delega da parte dell’autorità giudiziaria (ispezioni di luoghi, cose o persone, sequestro di corrispondenza presso gli uffici postali, sequestro di documenti, titoli, valori e somme presso banche, intercettazioni di conversazioni o comunicazioni).


Vi sono infine degli atti, per i quali sono legittimati anche gli agenti di P.G., anche di propria iniziativa:

  • informativa di reato al P.M. (347 c.p.p.)

  • identificazione dell'indagato

  • ricezione passiva di dichiarazioni spontanee dell’indagato

  • assunzione di sommarie informazioni dalle persone informate sui fatti

  • arresto in flagranza di reato, sia facoltativo, sia obbligatorio

  • Perquisizioni, accertamenti su luoghi o persone, nei casi di particolare necessità e urgenza.


Atti eseguibili sia da ufficiali. sia da agenti di P.G., in caso di delega dell’Autorità Giudiziaria:

  • esecuzione delle ordinanze del G.I.P. o del Giudice competente per il processo, in materia di misure cautelari comportanti la custodia cautelare o altre misure coercitive.

La funzione della P.G. si estrinseca:

  • negli atti espressamente contemplati (c.d. atti tipici, artt. 244 a 271 c.p.p., quali ispezioni, perqusizioni, ecc.)

  • in qualsiasi atto tendente a raccogliere ogni elemento utile alla ricostruzione del fatto ed alla individuazione del colpevole.

Nelle indagini preliminari, si acquisiscono solo fonti di prova, da trasformare poi in dibattimento in prove.



Polizia Giudiziaria
Polizia Giudiziaria


Comments


bottom of page