top of page

Omicidio preterintenzionale

Omicidio preterintenzionale (Art. 584 c.p.)

Il delitto di omicidio preterintenzionale è un reato di danno.

Si tratta di un reato a tutela della vita umana.

In dottrina si ritiene che la vita umana non deve essere considerata come di esclusiva pertinenza del singolo, ma come diritto appartenente alla collettività intera.

Il soggettivo attivo può essere “chiunque”, trattandosi di reato comune.

Il soggetto passivo è la persona umana vivente.

Per quanto concerne l’elemento oggettivo, l'art. 584 c.p. punisce chiunque, con atti diretti a commettere il delitto di percosse o di lesione, cagioni la morte di un uomo.

Nel reato di omicidio preterintenzionale si attribuisce la responsabilità per l'evento morte di una persona, all'autore di un atto meno grave, quale appunto la lesione o la percossa.

Per tali ragioni, il nesso di causalità tra la condotta e l'evento deve essere accertato dal giudice, con particolare rigore.

Il nesso di causalità deve essere escluso qualora siano intervenuti fattori eccezionali e imprevedibili, da soli sufficienti a determinare l'evento.

Per quanto concerne invece, l’elemento soggettivo: è richiesta la volontà di realizzare la percosse o la lesione, alle quali, però, segue la morte della vittima come evento non voluto neanche nella forma del dolo eventuale.

In particolare, ai sensi dell'art. 43 c.p. "il delitto è preterintenzionale, o oltre l'intenzione, quando dall'azione od omissione deriva un evento dannoso o pericoloso più grave di quello voluto dall'agente".

Il delitto si consuma nel momento in cui si verifica l'evento morte.

Non è configurabile il tentativo.

La pena prevista per il reato di cui all'art. 584 c.p. è la reclusione da 10 a 18 anni.

La pena è aumentata da 1/3 alla metà, se concorre alcuna delle circostanze aggravanti previste dall'art. 576 c.p.

La pena è aumentata fino a 1/3, se concorre alcuna delle circostanze aggravanti previste dall'art. 577 c.p. o se il fatto è commesso con armi o con sostanze corrosive o da persona travisata o da più persone riunite.

Il delitto è procedibile d’ufficio, e l’autorità competente a giudicare è la Corte di Assise.



Omicidio preterintenzionale
Omicidio preterintenzionale

Comments


bottom of page