top of page

Malversazione a danno dello Stato

Malversazione a danno dello Stato (artt. 316-bis e 323-bis)


Commette il reato chiunque, estraneo alla P.A., distragga, dalle finalità cui erano destinate, somme di danaro (sovvenzioni, finanziamenti o contributi) ricevute dallo Stato o da altro Ente pubblico o dalle Comunità Europee, destinate a favorire iniziative per la realizzazione di opere o per lo svolgimento di attività di pubblico interesse.


Reato comune, in quanto può commetterlo chiunque.


Bene-interesse tutelato: buon andamento dell’ente erogatore.


La condotta è costituita dalla distrazione, cioè dalla destinazione di un bene a scopi diversi da quello cui era finalizzato.


Malversazione a danno dello Stato
Malversazione a danno dello Stato

Il reato è attenuato se il fatto è di speciale tenuità (art. 323-bis).



Comments


bottom of page