top of page

Interruzione di un servizio pubblico o di pubblica necessità

Interruzione di un servizio pubblico o di pubblica necessità (art. 331 c.p.)

È punito chi, esercitando imprese di servizio pubblico o di pubblica necessità, interrompe il servizio, ovvero sospende il lavoro nei suoi stabilimenti, uffici o aziende, in modo da turbare la regolarità del servizio.


Soggetto attivo: esercente imprese di servizi pubblici o di pubblica necessità.


Si tratta di un’ipotesi di reato proprio, potendo essere realizzato soltanto da un imprenditore per cui, ove il soggetto attivo non sia tale, si configura il diverso reato di cui all’art. 340 c.p. (Cass. 13-6-1996, n. 5994).


Condotta:

  • Interrompere il servizio significa romperne la continuità, in modo che non si svolga più regolarmente.

  • Sospendere il lavoro significa cessare temporaneamente l’attività.

Il dolo è generico ed implica la coscienza e volontà sia dell’interruzione o sospensione, sia del turbamento della regolarità del servizio.



Interruzione di un servizio pubblico o di pubblica necessità
Interruzione di un servizio pubblico o di pubblica necessità


コメント


bottom of page