top of page

Induzione indebita a dare o promettere utilità

Induzione indebita a dare o promettere utilità (art. 319-quater c.p.)

Il reato di induzione indebita a dare o promettere utilità, previsto dall'art. 319-quater c.p., tutela il buon andamento e l'imparzialità della pubblica amministrazione.


Reato di danno


Il soggetto attivo è il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio.

Tuttavia è altresì soggetto attivo del reato anche colui che dà o promette denaro o altra utilità.


Il soggetto passivo è la pubblica amministrazione.


L'art. 319-quater punisce il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo, denaro o altra utilità.

Trattasi di fattispecie sussidiaria, in quanto trova applicazione solo ove il fatto non costituisca più grave reato.


Le condotte sanzionate:

  • abuso della qualità o abuso di poteri, finalizzati a convincere mediante attività dialettica (cd. induzione) la vittima a dare o promettere senza alcun titolo (indebitamente) denaro o altra utilità.

Sul concetto di induzione, la Giurisprudenza della Suprema Corte ha chiarito che trattasi di attività di coartazione della volontà mediante mezzi suggestivi, quali la dialettica, la persuasione o l'esortazione.


Per quanto concerne l’elemento soggettivo: è richiesto il dolo generico, consistente nella cosciente e volontaria realizzazione della condotta, con la consapevolezza del carattere indebito della dazione o promessa.


Il delitto si consuma nel momento in cui si attua la dazione o la promessa.


Il tentativo viene ammesso dalla Giurisprudenza.


Pene ed istituti processuali

La pena prevista per il reato di cui all'art. 319-quater c.p. è la reclusione da sei anni a dieci anni e sei mesi.

Per colui che dà o promette denaro o altra utilità è prevista, invece, la pena della reclusione fino a tre anni.

Ai sensi dell'art.323-bis c.p.: se il fatto è di particolare tenuità, la pena è diminuita.

Inoltre, la pena è diminuita da un terzo a due terzi per colui che si sia efficacemente adoperato per evitare che l’attività delittuosa sia portata a conseguenze ulteriori, per assicurare le prove dei reati e per l’individuazione degli altri responsabili o per il sequestro delle somme o altre utilità trasferite.



Induzione indebita a dare o promettere utilità
Induzione indebita a dare o promettere utilità




コメント


bottom of page