top of page

Di che cosa si occupa il diritto amministrativo? Quali sono le sue fonti?

Sono fonti del diritto amministrativo non solo quelle di diritto nazionale, ma anche quelle di diritto europeo; emanate cioè dagli organi dell'Unione europea sulla base delle regole di produzione normativa proprie di quell'ordinamento, secondo il Trattato istitutivo della Comunità europea nel testo oggi vigente (Tratt. U.E.). Tale ingerenza è propria ormai di quasi tutti i rami del diritto. Nel vigente ordinamento convivono, pertanto, norme giuridiche derivanti dalle fonti di due ordinamenti separati, quello nazionale e quello europeo; convivenza spesso difficile, fondata su un riparto di materie mobile (anche per effetto dell'art. 352 Tratt. Funz. U.E.), nell'ambito della quale in caso di conflitto è assicurata la prevalenza della normazione europea.

Il diritto amministrativo, come disciplina giuridica dell'organizzazione e dell'azione concreta dei pubblici poteri, si esprime oltre che in un sistema assai articolato e complesso di norme, anche attraverso principi, alcuni dei quali formulati espressamente dal legislatore, altri ricavabili dall'interprete, segnatamente in sede giurisprudenziale, dal complesso dell'ordinamento positivo (art. 12 preleggi).

È noto che, in sede di interpretazione, ove una controversia non possa essere decisa in base ad una precisa disposizione normativa, si fa ricorso, secondo il criterio dell'analogia, alle «disposizioni che regolano casi simili o materie analoghe (analogia legis). Ove questo non sia sufficiente («il caso rimane ancora dubbio») si fa ricorso ai “principi generali dell'ordinamento giuridico dello Stato” (analogia iuris). Come è stato chiarito da autorevole dottrina, anche i principi, espressi o non, sono norme giuridiche, tuttavia differenziate da quelle particolari, per una maggiore generalità delle relative fattispecie, nonché per la funzione che essi svolgono, connettiva di tutto l'ordinamento giuridico (Crisafulli).

I principi, la cui evidenziazione è sempre opera dell'interprete e in ultima analisi della giurisprudenza delle magistrature supreme, sono fondati sulle fonti più diverse.

A volte essi sono ricavati da una singola norma positiva, a volte trovano la loro fonte nell'essenza stessa dell'ordinamento, nei suoi valori supremi, negli indirizzi politico-ideologici che ne hanno ispirato la formazione o una sua decisiva svolta, i c.d. principi istituzionali (Corte cost. 6/1956).

Nel vigente ordinamento, una parte significativa dei principi della nostra disciplina trova esplicita enunciazione direttamente in Costituzione. In tali casi il principio acquista un valore elevatissimo, permea di sé l'intero ordinamento amministrativo ed è, per definizione, principio generale dell'ordinamento giuridico dello Stato ai sensi dell'art. 12 preleggi. E tutta la normativa sottordinata deve essere interpretata alla luce di questi principi, salva, laddove ciò non risulta possibile, l'illegittimità costituzionale della stessa.

Anche i principi che non trovano direttamente fonte in Costituzione sono sempre riconducibili, per via di successive astrazioni, a qualche norma costituzionale. In un ordinamento a Costituzione rigida, come il nostro, non possono esistere principi, che non siano riconducibili alla Costituzione, che risultino privi di "copertura" costituzionale.

In diritto amministrativo, mancando una disciplina legislativa di parte generale (salve alcune disposizioni, particolarmente nella L. proc. amm.) l'importanza dei principi generali nell'applicazione del diritto, come s'è avvertito, è decisamente prevalente.

Questa particolarità rende il diritto amministrativo fondamentalmente un diritto giurisprudenziale, nel quale invero il ruolo della giurisprudenza, sempre "creativo" nell'applicazione del diritto, viene esaltato in tale sua qualità.


Il ruolo della giurisprudenza è assai più importante ed incisivo rispetto a quello svolto in un sistema codificato (nella sua parte generale) o comunque fortemente normato. Sino a configurare la giurisprudenza stessa come fonte dell'ordinamento amministrativo.



Fonti di diritto amministrativo
Fonti di Diritto Amministrativo

Comments


bottom of page