top of page

COMPETENZA PENALE DEL GIUDICE DI PACE

La competenza penale del Giudice di Pace

Il D.lgs. 274/2000 ha introdotto nel nostro sistema processuale, la competenza penale del Giudice di Pace.

Con riferimento alle indagini preliminari, ha individuato nella P.G. l’effetto fulcro.

Ha eliminato la figura del G.I.P., affidando i provvedimenti relativi a questa fase ad un Giudice di Pace del capoluogo del circondario.

In alternativa alla citazione a giudizio, disposta dal P.M., per i soli reati procedibili a querela, il legislatore ha previsto il ricorso immediato dell’offeso, che può chiedere al giudice la citazione a giudizio della persona alla quale attribuisce il reato.

Sul piano sostanziale, il legislatore ha preferito dare più rilievo alla funzione rieducativa della pena e la reintegrazione del danno dell’offesa.

Tuttavia, la pena non può essere sospesa.

La giurisdizione del Giudice di Pace può essere sintetizzata nel modo seguente:

Sul piano sostanziale:

  • scompare la pena detentiva

  • per i reati di maggiore gravità, sono previste sanzioni della permanenza domiciliare e del lavoro di pubblica utilità

  • viene esclusa l’applicabilità della sospensione condizionale della pena

Sul piano processuale:

  • non è prevista la figura del G.I.P.

  • per i reati procedibili a querela, la persona offesa può chiedere al giudice la citazione a giudizio della persona alla quale è attribuito il reato

  • la fase di giudizio è caratterizzata dalla massima semplificazione e dalla garanzia del contraddittorio


IL PUBBLICO MINISTERO NEL PROCESSO INNANZI AL GIUDICE DI PACE

Le funzioni di P.M. possono essere svolte, per delega del procuratore della Repubblica presso il tribunale ordinario,

nell’udienza dibattimentale:

  • da uditori giudiziari

  • da viceprocuratori onorari addetti all’ufficio

  • da personale che ha svolto funzioni di ufficiale di P.G.

  • da laureati in giurisprudenza che frequentano il 2° anno della scuola biennale di specializzazione per le professioni legali.

Per gli atti relativi alla chiusura delle indagini preliminari o nei procedimenti in camera di consiglio:

  • solo da viceprocuratori onorari addetti all’ufficio.


COMPETENZA

L’art. 4 del D.lgs. 274/2000 prevede che il giudice di pace è competente per taluni reati (delitti o contravvenzioni) previsti dal codice penale (es. percosse, lesioni personali diffamazione, somministrazione di bevande alcoliche ai minori, violazione obbligo scolastico, ecc.). E per alcuni delitti e contravvenzioni previsti da alcune leggi speciali.

Competenza per territorio: luogo di consumazione del reato.


INDAGINI

La P.G., acquisita la notizia di reato, compie di propria iniziativa tutti gli atti di indagine necessari per la ricostruzione del fatto e per l’individuazione del colpevole.

Poi, riferisce al P.M. con una relazione scritta entro il termine di 4 mesi, indicando il giorno e l’ora in cui ha acquisito la notizia.

All’esito delle indagini, se la notizia di reato risulta fondata, la polizia giudiziaria nella relazione:

  • formula un’ipotesi di imputazione, enunciando il fatto in forma chiara e precisa, con l’indicazione degli articoli di legge che si presumono violati.

  • richiede al P.M. di disporre la comparizione della persona sottoposta ad indagini, davanti al Giudice di Pace.

Nei procedimenti dinanzi al Giudice di Pace, non è prevista la notifica dell’avviso della conclusione delle indagini ex art. 415-bis

La P.G. può chiedere al P.M. l’autorizzazione al compimento di:

  • accertamenti tecnici irripetibili

  • interrogatori o confronti cui partecipi la persona sottoposta alle indagini

  • perquisizioni e sequestri, nei casi in cui la polizia giudiziaria non può procedervi di propria iniziativa.

A fronte della richiesta il P.M. potrà:

  • autorizzare la richiesta e restituire gli atti per l’espletamento dell’atto autorizzato e il prosieguo delle indagini

  • negare l’autorizzazione

  • decidere di compiere personalmente l’atto per il quale è stata chiesta l’autorizzazione, restituendo l’esito alla P.G.

  • decidere di svolgere personalmente le indagini.

Se il P.M. riceve personalmente la notizia di reato, non può personalmente e immediatamente procedere alle indagini, ma deve limitarsi a trasmettere gli atti alla P.G. (magari accompagnati da direttive).

Il P.M. provvede all’iscrizione della notizia di reato di competenza del Giudice di Pace, solo dopo che la polizia giudiziaria ha depositato la relazione scritta.

Il termine di 4 mesi per le indagini può essere prorogato solo dal G.I.P., di altri 2 mesi.

Il G.I.P. può, se dissente dalla richiesta di proroga della P.G., dichiarare chiuse le indagini o ridurre il termine.


IMPUGNAZIONI DELLE SENTENZE DEL GIUDICE DI PACE

La legge 46/2006 ha introdotto la inappellabilità da parte del P.M. e dell’imputato delle sentenze di proscioglimento.

Le sentenze di proscioglimento del giudice di Pace sono inappellabili.

  • Il P.M. non può appellare le sentenze di condanna alla sola pena pecuniaria

  • L’imputato non può appellare le sentenze di condanna alla sola pena pecuniaria, a meno che non impugni anche la eventuale statuizione civile

  • La parte civile può proporre appello ai soli effetti civili, avverso la sentenza di proscioglimento.

E’ sempre consentito ricorso per Cassazione.

Tuttavia, contro le sentenze di appello pronunciate per reati di competenza del Giudice di Pace, il ricorso per Cassazione può essere proposto soltanto per i motivi di cui al comma 1, lettere a, b e c):

  • lett. a) esercizio da parte del giudice di una potestà riservata dalla legge a organi legislativi o amministrativi ovvero non consentita ai pubblici poteri;

  • lett. b) inosservanza o erronea applicazione della legge penale o di altre norme giuridiche, di cui si deve tener conto nell'applicazione della legge penale;

  • lett. c) inosservanza delle norme processuali stabilite a pena di nullità, di inutilizzabilità, di inammissibilità o di decadenza.

Competente per tale giudizio è il tribunale in composizione monocratica del circondario in cui ha sede il giudice di pace che ha pronunciato la sentenza impugnata.



Competenza penale del Giudice di Pace
Competenza penale del Giudice di Pace

Comentarios


bottom of page